RECENSIONI

Off The Net

The Moo-Rays, Autoproduzione 2019

Recensione di Gianpaolo Cherchi

Si intitola Off the Net il primo lavoro su lunga distanza per il quintetto cagliaritano The Moo-Rays, che torna dopo la prima fatica del 2017, l’EP Against the Seaweed.

Già con l’iniziale One More Drink, si parte a tutta velocità con brani in cui il tema dominante è la fauna lagunare: triglie, gamberi, granchi. Dancing Mullets e Put Some Squid Sauce anticipano la strumentale Voodoo e la schizofrenica Hoocie Coocie, fino alle conclusive For A Fistful Of Crabs e None But Thou, in cui appaiono elementi hardcore-punk.

I Moo-Rays stessi affermano di ispirarsi a band come Dead Kennedys – la voce ricorda quella di Jello Biafra –, The Cramps, The Gun Club, e si nota allo stesso tempo un amore sfrenato per Buddy Holly e certe atmosfere psychobilly. 

In conclusione, Off the Net è un album che non si avventura alla ricerca di sperimentazioni e va dritto e sicuro per un sentiero già ampiamente battuto, interpretando a dovere una formula comunque classica.

bandcamp icn
the moo-rays - off the net - gianpaolo cherchi - sa scena sarda - 2019

Ti è piaciuto l'articolo? Condividilo sui tuoi social e lasciaci un commento

Aiutaci nella nostra avventura con una piccola donazione (trovi il pulsante nel footer qua sotto) Grazie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: