fbpx
Rock The Barmudas - Barmudas - Area Pirata - 7

Rock the Barmudas 7"

The Barmudas, Area Pirata 2018

Recensione di Daniele Mei

Una delle esperienze più sguaiate che mi sono capitate in casa mia da quando ho creato Sa Scena Sarda sono i Barmudas.

Esatto, letteralmente.

Suonavano al Nuragic Island Festival e Danilo mi chiese se potessi ospitarli.

Dovevano essere in quattro e la mattina erano cinque, sei. Loro, uno sconosciuto, più uno o due ragazze. Non è che ci abbia capito molto. Il batterista lo avevano dimenticato in spiaggia e li è rimasto. Senza contare le vagonate di sabbia di San Giovanni. Non rientravano mai a casa prima delle nove del mattino. Dei matti che mi hanno fatto divertire.

Quella sera li vidi suonare e ne restai colpito come Richie Finestra al concerto dei New York Dolls.

Sono stati una delle cose più punk che ho visto negli ultimi tempi dal vivo. Marci dentro, ignoranza e carichi di energia primordiale che faceva muovere i culi anche del più distratto cameriere del Marina di Giò.

barmudas - sa scena sarda - area pirata - 2018

Humbert Smendock

Perché scrivo dei Barmudas anche se sono tecnicamente fiorentini? Perché il loro frontman, Humbert Smendock, è sardo fino al midollo. Di quei sardi con l’Ichnusa tatuata nel cuore e con il rock and roll come unico stile di vita.

Rock The Barmudas e Zaira sono due bombette maleducate, politicamente scorrette, create sull’orda della disinibizione dovuta all’alcool ingurgitato nel triangolo delle Barmudas. Sudano sesso (o antisesso) e rigurgitano riffs. Come se Marc Bolan fosse il frontman degli Stooges o come se i Dead Boys si fossero innamorati degli Sweet, certo, con le dovute proporzioni.

A proposito. Sapete perché Bar – mudas? È una zona di Firenze ricca di bar e locali dove si va a bere e fottersi il fegato. Quale miglior nickname per un gruppo glam-punk che fa del divertimento il suo leitmotiv?

L’artwork del vinile è una Big Babol gonfiata ed esplosa in faccia all’ascoltatore, un sette pollici uscito per Area Pirata, storica etichetta toscana.

Ti rapiscono questi due pezzi, hanno tiro e gusto. Vediamo cosa succede appena sarà pronto l’album vero e proprio!

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: