fbpx

HERMETIC BROTHERHOOD OF LUX-OR - RECENSIONI

hermetic brotherood of lux-or - ms miroslaw - laura dem - transponsonic - sa scena sarda - 2019

Sex and Dead Cities

Hermetic Brotherhood of Lux-or, Trasponsonic 2019

Recensione di Simone La Croce

Non è semplice confrontarsi con narrazioni della Sardegna dissonanti rispetto a quelle – idilliache e rivendicative – a cui, autoctoni e non, sono abituati. Come quella che ne danno gli Hermetic Brotherhood of Lux​-​Or, duo nato in seno all’esperienza Trasponsonic, collettivo creato verso la fine degli anni 90 a opera di alcuni visionari cinofili, letterati e musicisti. Il quadro che emerge dal loro ultimo lavoro, Sex and Dead Cities, non è né edificante né positivo, ma è sicuramente paradigmatico di certe oggettività che continuano a stare lontane dalle immagini edulcorate e stereotipate che si hanno dell’isola. L’EP racconta il contrasto vissuto da una terra strabordante di storia – il Marghine – e continuamente profanata dall’industrializzazione a ogni costo e dalla scia di abbandono e decadenza che si lascia alle spalle. L’inquietudine è palpabile. Atmosfere soffocanti e grida ancestrali sembrano inveire contro una modernità che tutto sopprime, senza possibilità di rinascita. Quella che loro stessi definiscono post world music è un concentrato di ambient industrial, sonorità cupe e ritmiche ossessive che esaltano l’intento paranoico di un disco che coraggiosamente cerca di portare alla luce una realtà dalla quale si distoglie lo sguardo con fin troppa impudenza.

bandcamp icn

Ti è piaciuto l'articolo? Condividilo sui tuoi social e lasciaci un commento

Aiutaci nella nostra avventura con una piccola donazione (trovi il pulsante nel footer qua sotto) Grazie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: