//cdn.iubenda.com/cookie_solution/safemode/iubenda_cs.js

CONFRONTATIONAL - The Burning Dawn (cover by BRANCA STUDIO)

The Burning Dawn

Confrontational, autoprodotto 2017

Recensione di Emiliano Cocco

È un abbraccio dai toni soffusi, che sanno esplodere in uno spettro di colori sia caldi sia freddi, The Loneliest War di The Heart & The Void, nome del progetto artistico di Enrico Spanu. Il disco, uscito per la nuova realtà cagliaritana de Le Officine.

Il giovane musicista cagliaritano, è ispirato da una forte tendenza al pop folk che accarezza le più profonde corde dello spirito. Cullato dalle onde di un mare che assorbe i silenzi di chiunque si trovi ad ascoltare.

È un disco dell’anima, anzi di tante anime che si incontrano in una vita.

Scorre con lentezza e armonia, seguendo il ritmo dei pensieri. Va poi lontano, come quelle onde che si frantumano con fare elegante sugli scogli, trascinate da quel mare tormentato da tanti non so che.

Under the Killing Sun

Le canzoni

Con Fade Into The Burning, ben supportata dalla suadente voce di Tying Tiffany, istrionica performer Cche vanta al suo attivo interessanti lavori in ambito electro-punk, emerge un post-punk dalle trame dark-wave.

Cody Carpenter, altro illustre ospite presente in The Burning Dawn, appare addirittura in tre brani, consolidando così il rapporto, instauratosi a partire dal primo album A Dance of Shadows, uscito nel 2015, tra il musicista sardo ed il figlio del celebre regista John.

Il trittico comprende la già citata Set the Night Ablaze, You Still Kill e Under The Killing Sun che potrebbe essere il giusto tema per la sigla di una serie di fantascienza dai forti richiami anni ottanta come la celebre Stranger Things.

Tobias Bernstrup presta invece la sua voce in Stranger In the Mirror: mid tempo a tinte fosche di matrice retro wave.

Sempre rimanendo in un contesto cinematografico, Vendetta ci trasporta con la mente, prestandosi a ideale colonna sonora, nel preciso momento in cui il villain di turno entra in scena pronto a mietere vittime.

Queen Of Vengeance è ulteriormente impreziosita dal solo di chitarra, per merito di Trevor William Church, cantante chitarrista dei Beastmaker.

Threshold Of Redemption è un oscuro breve interludio che lascia posto all’evocativo tappetto di synth che accompagna Together Again, alla quale è affidata la chiusura dell’album.

Una piacevole sorpresa

questo nuovo disco del polistrumentista cagliaritano che si candida a essere una delle migliori uscite dell’anno che va concludendosi.

 

Vai ai testi e ascolta Confrontational su Spotify

Ti piace il nostro sito?

Non ci avvaliamo di pubblicità, banner o pop up. Vorremmo provare a farne a meno.

Quindi la nostra forza sei tu e la tua passione. Contribuisci a far crescere questo progetto.

Te ne saremo infinitamente grati, e potrai sentirti protagonista di Sa Scena Sarda quanto noi!

Leave Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: