fbpx

ILIENSES- RECENSIONI

Ilienses - Civitates Barbariae - Natascia Talloru - Mauro Medde - world music - Spotify - player - 2020 - Sa Scena Sarda

Civitates Barbariae

Ilienses, Ili Music 2020

Recensione di Luigi Buccudu

Il progetto Ilienses nasce da un’idea di Mauro Medde e Natascia Talloru, abile polistrumentista il primo e redattrice e ricercatrice culturale la seconda. Alla base dell’enciclopedico lavoro presentato dal duo c’è la volontà di ripercorrere le gesta, in gran parte avvolte nella leggenda, dell’antica popolazione nuragica degli Iliensi, conosciuta per aver resistito nei secoli alle varie dominazioni subite in Sardegna.

La forma scelta per Civitates Barbariae, questo il titolo dell’album edito nell’ottobre del 2019, è quella audio/visiva, con la proposta di un concept accompagnato da cortometraggi e proiezioni ad hoc in eventi dal vivo. Quello che ne viene fuori è un suggestivo viaggio tra i miti e gli strumenti tradizionali sardi tramandatici dai nostri avi. 

Medde passa con disinvoltura dal basso elettrico ai tumbarinos gavoesi, dal dare fiato ai pipiolos al cantare nei cori come “contra”, dimostrando eclettismo e misura. Completano la formazione Fabio Perra alla batteria, Alessio Zucca al piano, Daniele Soru ai cori e la stessa Natascia Talloru alla voce narrante che di tanto in tanto fissa il racconto con interventi sia in lingua italiana che sarda.

L’interazione con le immagini e le visioni pensate dal duo completa senza dubbio il progetto Civitates Barbariae, della quale l’album non sembra possa fare a meno per assolvere pienamente il suo compito. Ma sebbene, nel solo ascolto, si avverta l’assenza di qualcosa, l’opera appare comunque di robusta costruzione. I momenti decisamente potenti non mancano e si alternano ad altri puramente esecutivi, e forse meno incisivi, in un interessante ibrido progressive/jazz con accenti tribali che ha nel potere evocativo e negli accurati arrangiamenti la sua forza maggiore.

Con un ulteriore sforzo nella ricerca di una modalità di ispirazione che sia più legata alla sfera emotiva piuttosto che a quella razionale, non è difficile prevedere per gli Ilienses un percorso ancora più a fuoco, che indipendentemente da un’eventuale applicazione visual possa esistere in maniera totalmente efficace anche nella sola dimensione sonora.

spotify icon

Ti è piaciuto l'articolo? Condividilo sui tuoi social e lasciaci un commento

Aiutaci nella nostra avventura con una piccola donazione (trovi il pulsante nel footer qua sotto) Grazie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: