//cdn.iubenda.com/cookie_solution/safemode/iubenda_cs.js

Blues nelle mie vene

(blues in my veins)

Jumpin’ up and down, Andrea Cubeddu, 2017

Ho viaggiato tanto
Sono stato una pietra che rotola
Sono tornato a casa
Niente era più come prima

Mamma e papà hanno detto
“Sembri un pò strano”
I miei amici mi hanno detto che sono cambiato
Ho il blues nelle vene

Posso stare qui, ma non per molto
Questo è un altro posto a cui non appartengo
Stesso sangue, ma differenti piani
Come posso sentirmi uno straniero nella mia terra natia?

Ho cantato il più che ho potuto
Fino a farmi male alla gola
Sai, non c’è niente di peggio
Che essere frainteso

Ho fatto le valigie
E lasciato il passato alle spalle
Devo andare, non preoccuparti,
Dove nessuno conosce il mio nome (dovo posso essere apprezzato

 

Posso stare qui, ma non per molto
Questo è un altro posto a cui non appartengo
Stesso sangue, ma differenti piani
Come posso sentirmi uno straniero nella mia terra natia?

Mamma e papà hanno detto
“Sembri un pò strano”
I miei amici mi hanno detto che sono cambiato
Ho il blues nelle vene

Traduzione di Andrea Cubeddu

Ti piace il nostro sito?

Non ci avvaliamo di pubblicità, banner o pop up. Vorremmo provare a farne a meno.

Quindi la nostra forza sei tu e la tua passione. Contribuisci a far crescere questo progetto.

Te ne saremo infinitamente grati, e potrai sentirti protagonista di Sa Scena Sarda quanto noi!

Leave Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *