Malignis Cauponibus - A-Pathos - Luca Marcia - blues - San Sperate - 2019 - Sa Scena Sarda - Solid Music

A-Pathos – Malignis Cauponibus [Testi]

Redazione testi

A-Pathos -

MALIGNIS CAUPONIBUS - TESTI

Malignis Cauponibus - A-Pathos - Luca Marcia - blues - San Sperate - 2019 - Sa Scena Sarda - Solid Music

A-Pathos

Malignis Cauponibus , 2019

Intro (Tasinatau)

Sicore

Perdas

I don’t know if I save my soul
I don’t know if my soul explodes
I don’t know if you mark my skin
I don’t know If I burn too much
I don’t know if I go to an early grave
I had to stand in for my soul
No other man stands in for my skin

Mangime per politici (ripetuto piĂš volte)

Una grande terra isolata, con poca gente e
poche cittĂ . Ettari e ettari, quasi spopolati,
abitati da gente tenace, ma incapace di
realizzare iniziative comuni.

de pedra 'e fogu, est prenu d'ogna logu
ma in custu logu, pigat pampa et fogu
Ă iri Ă iri a noti, suat bentu 'e morti,
sciu sciu arrui’ sa morti, àiri e noti
du scis?, ddu sciu! du scis?, ddu sciu!

Ă io Ă io castia in d'atru logu,
Ă io Ă io no allui su fogu,
s'espropriu millu, castia no est piticu
po s'omine ca traballada a pabia e picu,
ingui? no fait! innoi? giai fait! (x2)

sa mellu genti esti fuida,
totu creint ca est pagu bessida
Ă iri arrumbuada, noti arrumbuada
sa gherra po nosus est giai cabat
du scis?, ddu sciu! du scis?, ddu sciu!

Traduzione

Non so se salverò la mia anima
Non so se la mia anima esploderĂ 
Non so se inciderai la mia pelle
Non so se brucerò troppo
Non so se morirò presto
Ho dovuto battermi per la mia anima
Nessuno lo farĂ  per me

Mangime per politici (ripetuto piĂš volte)

Una grande terra isolata, con poca gente e
poche cittĂ . Ettari e ettari, quasi spopolati,
abitati da gente tenace, ma incapace di
realizzare iniziative comuni

Di pietre roventi, è pieno ogni luogo,
ma da queste parti, le pietre prendono fuoco
giorno e notte, soffia un vento di morte
so che scende la morte, giorno e notte
tu lo sapevi? si lo so! tu lo sapevi? si lo so!

dai vieni, guarda da un'altra parte
dai vieni non accendere il fuoco,
l’esproprio non è per niente giusto
per l'uomo che lavora con la pala e il picco
ma di là? non si può! allora qua? si qui si!

le persone migliori se ne sono andate
tutti credono che sono un po' strane
di giorno crolla, e di notte cade
la guerra per noi ci è già piombata addosso
tu lo sapevi? si lo so! tu lo sapevi? si lo so!

 

 

Interlude (Mudu)

Cisto

Bella Stasida

D’eus acabada cun genti allena
ca no cumprendidi custa pena
de ùnconis prenus ‘e faulas
sa busciaca sbuida po dabadas
de Ăšnconis sbuidus po dabadas
sa busciaca prena ‘e faula.

Chi aguanta su entu apa bentulai
peddi e costas anta intostai
ti castiu e no ti biu a su sprigu
fĂ mini cumpangia chi ti pigu!
ti castiu e no ti biu chi ti pigu!
fĂ mini cumpangia de su sprigu.

Bella stĂ sida, skin and bones
circu su disigiu
totus narant ca est pringiu
a is ossus ollu ‘eni
sa prenda mea… totus arrachedidi.

Nudda nudda si poidi fai
ca totus teint fueddu nai
a chini sobi a chini landini
a chini mrutzada a chini prandidi
a chini mĂ istu a chini dotori
s’amiga famini, nemigu puntori,
ti castiu et no ti biu me su sprigu
fĂ mini cumpangia chi ti pigu!

Giovanu maleidu, mi fait fèbi
amu is meus ossus, frius e tèbi
maleidu ca papas puru su pratu
Famini! ses bruscia est sa stria de su satu.

Traduzione

L’ho finita con certa gente straniera
che non capisce questo mio dolore
fatto di morsi, ricchi di bugie
e la tasca vuota per niente
di morsi vuoti per nulla
e la tasca piena di falsitĂ .

Se tiene questo vento, sventolerò
la pelle e le costole induriranno
ti guardo e non ti vedo allo specchio
la fame una compagna, se ti prendo!
ti guardo e non ti vedo se ti prendo!
fame compagna dello specchio.

Bella anoressica, pelle e ossa
ha un desiderio forte
che tutti dicono che sia una voglia
alle mie ossa ci sono molto affezionata
la mia ricchezza… tutti la vorrebbero.

Niente, niente si può fare
che tutti devono metterci il naso,
c’è chi dice sarà sole, chi sarà grandine
chi farĂ  uno spuntino, e chi divora
chi dice sarĂ  maestro, chi dice sarĂ  dottore
l’amica fame, un nemico malanno.
ti guardo e non ti vedo allo specchio
fame compagna dello specchio.

Giovane maledetto, mi fai stizza
amo le mie ossa, fredde e tiepide
maledetto che mangi tutto anche il piatto
Fame! sei cattiva magia

Interlude (Confused)

da tanto tempo ormai
ho smesso di sognare sai
non è che mi sia arreso
e che mi son svegliato, semmai

limpido e chiaro
i miei occhi riescono a vedere
oltre le coltri delle nuvole
soltanto il mio fiato misura il tempo che vĂ 
e l' aria che respiro è la mia verità

son belli i sogni, son leggeri, son come palloncini
grandi bolle di pensieri con cui giocano i bambini
ma chi non vuole crescere ci pensi per davvero
perchĂŠ i sogni scappano di mano e volano nel cielo
quaggiĂš nella realtĂ  io sono anni che ci vivo
e credo che valga la pena di farci ancora un giro
riprenderò la strada e andrò un poco piÚ distante
anche se ad ogni viaggio la valigia è piÚ pesante

voglio vivere, vivere fino in fondo
e sorridere dei capricci del mondo

da tanto tempo ormai
ho smesso di sognare sai
non è che mi sia arreso
e che mi son svegliato, semmai

limpido e chiaro
i miei occhi riescono a vedere
oltre le coltri delle nuvole

limpido e chiaro
limpido e chiaro

Impicau

My Pride

Una produzione Solid Music 2019

Ti è piaciuto l'articolo? Condividilo sui tuoi social e lasciaci un commento